Rai 2

Il bello dell’economia. Yanis Varoufakis: consigli ai giovani

varoufakisIn qualità di insegnante, e di accademico, il mio consiglio per gli studenti e per i giovani, è molto semplice: fatevi un’istruzione, ma dimenticatevi della formazione, dell'”addestramento”. Le foche possono essere addestrate, gli esseri umani possono ricevere un’istruzione: in questo consiste la nostra superiorità rispetto agli animali. Questo vuol dire cercare di avere una formazione solida, e non puntare a ciò che adesso si ritiene possa essere redditizio in futuro.

Non possiamo prevedere oggi cosa ci farà guadagnare domani. Ciò che si può fare è acquisire un’istruzione classica, approfondita, che affronta le grandi domande della filosofia, della matematica. Il futuro sarà tecnologico, ma siamo destinati a fallire se non avremo la cultura e l’istruzione approfondita che sono necessarie per mettere a nostro servizio la tecnologia, e quello che grazie alla tecnologia creeremo, invece di diventarne schiavi.

Una delle tragedie legate al nostro sistema educativo è che spinge i giovani verso professioni che sono “di moda” adesso, ma che in futuro non ci saranno più. Questo li porta ad essere ansiosi, a cercare di proiettarsi verso un futuro lavorativo a 18, 19 o 20 anni, quando in realtà ciò che dovrebbero fare a quell’età è cercare di concentrarsi sulle materie o sulle virtù senza tempo come la musica, la letteratura, le lingue, la matematica, l’ingegneria e la filosofia.
Se  i giovani riuscissero a farsi un’istruzione in queste materie, a immergersi, come in un battesimo, in questi settori umanistici senza tempo, non ci sarebbe nessun ostacolo che in futuro non sarebbero in grado di superare.

Commenti

[fbcomments width="600" scheme="light" linklove="off" count="off" num="5" countmsg=""]