Rai 2

Antonello Venditti: il ritratto di Aldo Cazzullo

venditti_blog_2nextDa ragazzo è cresciuto con Francesco De Gregori, uno dei “quattro ragazzi con la chitarra” della mitica “Notte prima degli esami”: fecero anche un album insieme, un po’ supponente, Theorius Campus. Poi De Gregori divenne famoso con Rimmel. Allora Antonello Venditti si mise al pianoforte e ne venne fuori l’attacco di “Sotto il segno dei pesci”: uno dei vertici della musica italiana, una canzone che ha segnato un tempo.

Venditti cantava “In questo mondo di ladri” prima di Tangentopoli: “Voi siete molto importanti/ ma questa festa è per noi”. Rompeva con Totti quando il capitano della Roma vinceva lo scudetto, e ha fatto pace con lui quando è finito in panchina. Sempre di sinistra, sempre molto critico con la sinistra. La sua barchetta non la tiene nei paradisi fiscali dei Caraibi ma sul litorale romano. Amatissimo dai fan, chi lo conosce sa che è una persona molto generosa di sé, cosa rara tra gli artisti di successo, e sa farsi volere bene; al punto da farsi perdonare persino la capigliatura.

Comments

comments

Commenti

Comments

Powered by Facebook Comments